> Il comune di San Biagio “al servizio della mafia”, chiesti 12 anni per l’ex primo cittadino – Palermo 24h
notizie

Il comune di San Biagio “al servizio della mafia”, chiesti 12 anni per l’ex primo cittadino

Il comune di San Biagio “al servizio della mafia”, chiesti 12 anni per l’ex primo cittadino

Santo Sabella Le mani della mafia sul Comune di San Biagio Platani, nell’Agrigentino, asservito alla cosca in forza di un preciso accordo elettorale precedente alle stesse elezioni. Ne è convinta il pubblico ministero della Dda, Alessia Sinatra, che chiede la condanna a 12 anni dell’ex primo cittadino di San Biagio Platani, Santo Sabella, uno dei personaggi principali dell’inchiesta «Montagna», finito in carcere il 22 gennaio del 2018 e tornato libero dopo 2 anni.«E’ stato eletto nel 2014 – ha dichiarato il pm nel corso della requisitoria, articolata in più udienze e appena conclusa con le richieste finali – grazie ad un accordo col boss del paese Giuseppe Nugara, con una precisa strategia messa a punto nei dettagli che prevedeva pure una formale contrapposizione di liste che, in realtà, serviva solo a favorire la sua elezione». Secondo il magistrato della Dda, Santo Sabella, nel 2014, fu eletto grazie ad un accordo

Il servizio intitolato: Il comune di San Biagio “al servizio della mafia”, chiesti 12 anni per l’ex primo cittadino è stato inserito il 2021-05-06 14: 36: 18 dal sito online (gds.)

Leggi

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo

Show More