Categorie
notizie

Il caso di Pietro Santapaola, «cacciato dal Cosenza a seguito del cognome»

Il caso di Pietro Santapaola, «cacciato dal Cosenza a seguito del cognome»

CATANIA – Una lettera indirizzata nei giorni passati al presidente del Cosenza Calcio, Eugenio Guarascio, per esprimere “amarezza nell’aver appreso le determinazioni assunte dalla società” nei confronti del giocatore di calcio messinese Pietro Santapaola Junior, classe 2003. A scriverla è stato l’avvocato Salvatore Silvestro, del Foro di Messina, che assiste il ragazzo e la sua famiglia. Secondo quanto ricostruito dal legale, infatti, il ragazzo non sarebbe gradito a seguito del suo cognome. “Nei giorni scorsi il signor Pietro Santapaola – scrive l’avvocato Silvestro rivolgendosi al presidente della squadra – padre del minore in forza alla Cosenza Calcio, mi ha rappresentato che lei, dopo aver avuto contezza delle sue vicissitudini giudiziarie, ha ritenuto opportuno disporre il totale isolamento di Pietro Junior non permettendogli di proseguire gli allenamenti con il resto della squadra” si legge in un passaggio della lettera. “Non mi pare umanamente comprensibile e giuridicamente corretto – scrive l’avvocato – adottare provvedimenti

Il servizio intitolato: Il caso di Pietro Santapaola, «cacciato dal Cosenza a seguito del cognome» è stato inserito il 2021-03-18 07: 15: 55 dal sito online (lasicilia.)

Originale

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo