Il calvario di una famiglia che è rimasta privo di casa. A Bronte immobile non abitabile dopo sversamenti

Da quasi due anni obbligati a vivere lontano dalla propria casa perché fatta evacuare e dichiarata inabitabile. Un calvario che, almeno per il momento, non sembra trovare sbocchi per una famiglia di Bronte, tanto che oggi Antonino, 45 anni, ha minacciato di farla finita buttandosi dal balcone. Alla fine l’allarme è rientrato ma per capire cosa c’è dietro la sua protesta bisogna andare indietro fino al 18 marzo del 2018. «In un terreno confinante al nostro nei pressi della stazione – narra la compagna Angelica a MeridioNews– una ditta privata, impegnata in dei lavori, aveva posizionato un grosso serbatoio. Per tre giorni abbiamo sentito una forte puzza privo di però capire l’origine. Così fino al 18 marzo. Giorno in cui mi sono sentita male. Dopo essere andata al Pronto soccorso abbiamo chiamato i vigili del …
Leggi anche altri post su catania o leggi originale
Il calvario di una famiglia che è rimasta privo di casa. A Bronte immobile non abitabile dopo sversamenti


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer