I pentiti fuori tempo massimo Le montagne russe della giustizia


PALERMO – Meritano una definizione ad hoc. Sono i pentiti “fuori tempo massimo”. Mafiosi che collaborano con la giustizia da anni, ma hanno sempre nuove cose da raccontare. Vicende sostanziali, mica dettagli, che aprono scenari inediti.

L’ultimo della lista è Pietro Riggio, pentito dal 2009. Circa un anno fa ha riferito ai pubblici ministeri di Caltanissetta, che indagano sulle stragi di mafia del ’92, di un misterioso poliziotto che piazzò l’esplosivo a Capaci per fare saltare in aria Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Antonio Montinaro, Rocco Di Cillo e Vito Schifani.

Riggio ci ha messo dieci anni per raccontarlo. Non lo ha fatto prima perché aveva paura per sé …
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
I pentiti fuori tempo massimo Le montagne russe della giustizia


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer