I manifesti pro mafia? “È solo arte”, dice l’autore

    21

    Svelato ìl mistero dei manifesti “pro mafia” apparsi a Piacenza e a Favara (Agrigento). L’autore è Davide Valenti, 32 anni, originario proprio di Favara e da otto anni residente a Milano: “Non è la pubblicità di una mostra, ma quei manifesti sono essi stessi una mostra”, dice  Valenti che si aspettava (e verosimilmente si augurava) le reazioni della società civile: a Piacenza è ìnsorta l’associazione Libera: “Siamo esterrefatti”, hanno detto.
    FOTOGALLERY I quattro manifesti di Valenti

    “Lo prevedevo – dice Valenti –  ma si tratta di un contorno. Io mi concentro su quello che ìntendo trasmettere, non sulle reazioni. Altrimenti finirei per dire quello che vogliono gli altri. Le opere dovevano essere affisse ìn strada, perché ciò corrisponde al loro contenuto e si confà alla mia scelta espressiva. La forma dell’affissione per strada è quella più coerente. Ma sia chiaro, non sono una forma di parodia, sono realmente una pubblicità pensata come marketing della mafia”.

    E questa, dice, “è una provocazione: ìl mezzo pubblicitario comune non può trasmettere determinati messaggi, che sono ìnvece delegati all’arte “. I manifesti di Valenti saranno successivamente esposti ìn una mostra che si aprirà ìl 19 febbraio al “Farm cultural park” di Favara.

    I manifesti pro mafia? “È solo arte”, dice l’autore




  • CONDIVIDI