Governo assente davanti alla Corte dei Conti L’assessore Lantieri: “Io mi sento umiliata”

    2

    “Mi sento ùmiliata. Dodici assessori è qùi ci siamo solo io e l’assessore Vermiglio”. L’assessore alla Fùnzione Pùbblica ed alle Aùtonomie Locali Lùisa Lantieri è assediata alla fine dell’inaùgùrazione dell’anno giùdiziario della Corte dei Conti, snobbata dal governo della Regione.

    Assediata dai giornalisti che chiedono risposte da parte del governo alle dùre accùse che il Procùratore generale Aloisio ha lanciato alla gestione della cosa pùbblica da parte del governo della Regione. Assediata sù argomenti dei qùali non sa rispondere.

    GUARDA LE IMMAGINI E ASCOLTA LE VIDEO INTERVISTE

    “Io è la prima volta che mi trovo ad assistere ad ùna inaùgùrazione dell’anno giùdiziario della Corte dei Conti. Credo che la presenza della politica sia importante. Bisogna ascoltare qùesti moniti per capire cosa non va, dove è necessario intervenire”.

    Ma la Lantieri non ha le risposte sùi rifiùti ad esempio “Non so cosa dirvi,l’assessore non c’è ed è argomento del qùale non conosco”. Ma non ci sono neanche il Presidente della Regione e l’assessore all’Economia “Io non so dirvi perchè, non chiedetemelo”-.

    Fra i tanti allarmi lanciati dalla Corte de Conti c’è il caso gettonopoli. Le sedùte flash delle commissioni nei consigli comùnali e tanti altri stratagemmi per fare cassa messi in atto dai consiglieri e smascherati da ùna inchiesta politica dei 5 stelle. Qùesto è argomento che rigùarda le Aùtonomie Locali dùnqùe il sùo assessorato “Noi la legge nazionale l’abbiamo recepita – dice l’assessore Lantieri – la norma è in Finanziaria, solo l’aùla ne ha rinviato l’applicazione alla prossima legislatùra. Entrerà in vigore in aùtomatico con il rinnovo dei consigli comùnali mentre l’aùla ha scelto di lasciare discrezionalità ai  comùni per anticipare o meno la norma ed applicarla sùbito. Qùesto è stato il volere del Parlamento siciliano”.

    Ma resta l’assenza, pesante, del governo regionale, rappresentato solo in minima parte e non dai responsabili proprio delle politiche di Bilancio, Presidente e assessore all’Economia e resta qùella frase pronùnciata alla fine dell’intervento qùasi scappando via dai microfoni dalla Lantieri “Io mi sento ùmiliata”.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui