Giovane Italia: “Basta alle ondate di violenza”

    23

    Giovane Italia ha ricordato a Palermo la strage di Acca Larentia, l’eccidio di tre giovani militanti del Fronte della gioventù del 1978 a Roma uccisi da un commando di terroristi rossi.
    L’incontro – dibattito si è tenuto a Palazzo delle Aquile, presso l’aula Rostagno, alle 17.
    Intervenuti Nino Costa presidente provinciale di GI, Mauro La Mantia presidente regionale GI, Raoul Russo, assessore alla Gioventù al Comune di Palermo, Francesco Biava, deputato nazionale ed ex dirigente del Fronte della Gioventù di Roma.
    “Il 7 gennaio del 1978 – racconta Nino Costa – Franco Bigonzetti e Francesco Ciavatta, mentre uscivano dalla sezione di Via Acca Larentia a Roma per svolgere un volantinaggio furono uccisi a colpi di arma fuoco da un gruppo di estremisti di sinistra.
    A seguito di un tafferuglio scoppiato per la protesta dei militanti a causa di alcune provocazioni di un giornalista, venne ucciso dalle forze dell’ordine Stefano Recchioni della sezione del Msi “Colle Oppio”.
    Questo convegno serve non solo a ricordare la strage, ma soprattutto ad attualizzare il tema della violenza politica.
    Tutti pericoli oggi di grande attualità in quanto i Centri sociali da mesi hanno scatenato un’ondata di violenze a Palermo ed in tutta Italia”.

    Fotogallery

    Giovane Italia: “Basta alle ondate di violenza”




  • CONDIVIDI