Giardinello piange Ana “Su di lei una violenza inaudita”


GIARDINELLO (PALERMO) – E’ un silenzio surreale quello in cui si è mosso il lungo corteo che ha accompagnato Ana Maria Lacramioara Di Piazza nel suo ultimo viaggio. Tutto il paese di Giardinello si è stretto attorno ai familiari della ragazza di trent’anni uccisa a coltellate venerdì. Per il suo omicidio è in carcere Antonino Borgia, il 51enne con cui la giovane aveva una relazione e che ha confessato il delitto. Un omicidio che ha sconvolto profondamente la comunità del piccolo centro nel Palermitano in cui Ana, originaria della Romania, viveva da quando una famiglia del posto l’aveva adotta a quattro anni.

Nel giorno dell’addio, nella chiesa madre del paese ci sono gli amici di infanzia, gli ex compagni di scuola e anche decine di persone che conoscevano la trentenne …
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
Giardinello piange Ana “Su di lei una violenza inaudita”


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer