“Gestione dei beni confiscati? Prefetto non parlò di criticità”


PALERMO – “Quando abbiamo ascoltato il prefetto Giuseppe Caruso in commissione antimafia non parlò di criticità rispetto alla gestione dei beni confiscati. Semmai lamentò alla commissione un atteggiamento un po’ burocratico nella gestione”. Lo ha detto questa mattina il presidente della commissione antimafia regionale, Claudio Fava, deponendo come teste nell’ambito del processo sul sistema Saguto, l’ex presidente del Tribunale di prevenzione di Palermo, imputata a Caltanissetta perché ritenuta al centro di un sistema illecito di gestione dei beni confiscati alla mafia.

A richiedere l’esame di Claudio Fava è stato Antonio Reina, difensore dell’ex magistrato. Nel corso del processo è emerso infatti che Caruso, aveva lamentato criticità nella gestione dei beni confiscati. “In effetti non ho parlato di criticità ma di forti e numerose criticità. E, responsabilmente, ho anche …
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
“Gestione dei beni confiscati? Prefetto non parlò di criticità”


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer