Gambizzato a San Giorgio Finisce in carcere per evasione


CATANIA – L’indagine per provato omicidio ha portato a scoprire che Salvatore Consoli avrebbe ripetutamente violato le prescrizioni degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico. Nella notte tra sabato e domenica, il 24enne si è presentato al pronto soccorso del Policlinico di Catania con una pallottola alla gamba destra. Lunedì, dopo le cure necessarie, è stato dimesso. I medici del Ps hanno immediatamente chiamato la polizia quando si sono resi conto che si trattava di una ferita d’arma da fuoco. Le rilevazioni condotte dalla Squadra Mobile di Catania hanno portato a chiudere il cerchio in pochi giorni: il ferimento avvenuto nel quartiere San Giorgio è maturato nell’ambito familiare. I sospetti portano direttamente al fratello della vittima.

Ma gli accertamenti hanno portato a scoprire che Consoli avrebbe avuto cattive abitudini nel …
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
Gambizzato a San Giorgio Finisce in carcere per evasione


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer