Freddato sotto casa ad Adrano Confermata condanna a 30 anni


CATANIA – In poche ore Antonino Magro ha collezionato due sentenze pesantissime. È arrivata oggi la ratifica della condanna a 30 anni per l’omicidio di Maurizio Maccarrone, freddato il 14 novembre 2014 ad Adrano. Un verdetto che arriva a pochissime ore dall’ergastolo inflitto dalla gup Marina Rizza per l’assassinio di Salvatore Leanza di Paternò. Nel processo d’appello il pg Francesco Paolo Giordano, per blindare ancora di più il quadro accusatorio verso dell’imputato, ha chiesto l’esame del collaboratore di giustizia Nicola Amoroso, ex elemento di vertice del clan Scalisi. Rivelazioni che si sono unite a quelle del pentito Gaetano Di Marco, anche lui ex esponente della famiglia Laudani di Adrano. Sono state le sue rivelazioni, insieme a intercettazioni e video, a incastrare Antonino Magro.


Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
Freddato sotto casa ad Adrano Confermata condanna a 30 anni


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer