Categorie
notizie

Forza Italia, Miccichè vince la guerra ma il prezzo da pagare è alto

Forza Italia, Miccichè vince la guerra ma il prezzo da pagare è alto

Gianfranco Miccichè, sul ring dove i vertici siciliani di Forza Italia se le sono date di santa ragione, alla fine ha vinto ai punti. Ottiene la fiducia di quasi tutti i deputati e assessori regionali, firmatari (tranne 3) di un travagliato documento che sancisce la tregua armata nel partito. Ma il presidente dell’Ars paga, cash, un prezzo politico. Oltre a scusarsi, nel chiuso della Torre Pisana, con Gaetano Armao e Marco Falcone per i duri attacchi, Miccichè per ora deve: ritrattare sul dialogo con Pd e M5S; confermare, a denti stretti, la lealtà a Nello Musumeci; smentire l’arrivo di Luca Sammartino. Il vertice di partito era già stato fissato martedì, ma ieri l’intervista di Falcone l’ha trasformato in una resa dei conti. L’assessore catanese ha esplicitamente messo in discussione la leadership di Miccichè, affermando che «non il partito dalla sua». E il viceré berlusconiano di Sicilia gli ha risposto, via

Il post intitolato: Forza Italia, Miccichè vince la guerra ma il prezzo da pagare è alto è stato inserito il 2021-04-22 13: 50: 03 dal sito online (lasicilia.)

Originale

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo