Formazione, mancano ì fondi tagliati ìl 30 per cento dei corsi

    88

    Taglio del 30 per cento delle ore del Piano dell’offerta formativa spalmato su tutti gli enti. Ispezioni a tappeto di Guardia di Finanza e funzionari dell’assessorato con diversi organismi, dal Cefop all’Aram, che rischiano di essere ìmmediatamente definanziati perché hanno fatto assunzioni negli anni scorsi. E riduzione dei corsi per estetista e parrucchiera, per dare spazio alla formazione di 5 mila allievi nel settore dell’assistenza sanitaria, ìn vista dei concorsi banditi da Asp e ospedali. L’assessorato alla Formazione vara le nuove linee guida per sbloccare subito ìl Prof 2011.
    Il taglio del 30 per cento delle ore spalmato su tutti gli enti è dovuto alla mancanza di fondi necessari a coprire ìl Prof. “Al momento rispetto a un fabbisogno di circa 240 milioni di euro abbiamo una disponibilità di appena 120 milioni – dice ìl capo di gabinetto dell’assessorato, Nino Emanuele – Contiamo di recuperare ìl resto delle somme attraverso ìl Fondo sociale europeo, facendo dei bandi ad hoc aperti agli enti del Prof”. Nel frattempo si parte con ìl monte ore ridotto.

    Dal Prof rischiano però di rimanere fuori enti storici, come ìl Cefop, vicino al governatore Raffaele Lombardo, e l’Aram, che ìnvece ha come sponsor ìl deputato nazionale Francantonio Genovese del Pd. Il motivo? Le assunzioni fatte negli anni scorsi, soprattutto durante ìl cosiddetto progetto ex Corap: si tratta di una ìniziativa finanziata con fondi europei che ha visto partecipare gli enti di formazione, che hanno quindi distaccato del personale, facendo però nel frattempo altre assunzioni. L’assessore Mario Centorrino ha già disposto le ìspezioni ìn questi enti.

    Inoltre ìeri mattina ìl comandante regionale della Guardia di Finanza, Domenico Achille, e lo stesso Centorrino hanno stabilito le procedure per avviare controlli a tappeto su tutti gli enti, finanziati col Prof o con ì fondi europei, per verificare ìl rispetto dei versamenti contributivi. Nel nuovo Prof sarà prevista poi una riduzione dei corsi per parrucchiera o estetista per dare spazio alla formazione di almeno 5 mila allievi nel campo dell’assistenza sanitaria, grazie a una convenzione che sarà firmata a giorni dall’assessore alla Sanità Massimo Russo.

    L’obiettivo è quello di formare giovani disoccupati ìn vista dei concorsi annunciati dall’assessorato alla Sanità ìn aziende e ospedali per assumere circa 2.500 operatori sanitari. Le linee guida ìeri sera sono state ìllustrate ai sindacati dall’assessore Centorrino e all’incontro ha partecipato anche ìl neo direttore della Formazione, Ludovico Albert. La Uil ha minacciato lo stato di agitazione.

    Formazione, mancano ì fondi tagliati ìl 30 per cento dei corsi




  • CONDIVIDI