Folla per l’ultimo saluto a Cesare Vincenti. «Non faceva il magistrato, era magistrato»

Una chiesa gremita per dare l’ultimo saluto a Cesare Vincenti, il magistrato del tribunale di Palermo che si è tolto la vita ieri mattina. In tanti, tra amici, familiari, colleghi, uomini delle istituzioni e persone che avevano incontrato Vincenti durante il proprio cammino lavorativo o nella vita di ogni giorno, dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando all’ex procuratore capo Francesco Messineo. Ex presidente della sezione Gip-Gup ed ex vicario alla presidenza del tribunale di Palermo, Vincenti era malato da tempo. Una carriera lunga e piena di soddisfazioni la sua, era andato in pensione da pochi mesi, macchiata soltanto da quell’indagine per una presunta fuga di notizie a favore dell’ex presidente del Palermo calcio Maurizio Zamparini.

«Un papà modello – lo definisce il figlio Andrea – che non faceva il magistrato: lui era un magistrato. Una scelta di …
Leggi anche altri post su palermo o leggi originale
Folla per l’ultimo saluto a Cesare Vincenti. «Non faceva il magistrato, era magistrato»


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer