CaltanissettaCataniaTrapani

Ffp2 non idonee in piena epidemia agli ospedali di Catania, Caltanissetta e Trapani nei guai 2…

Questo contenuto e stato archiviato ! potrebbe non essere più rilevante

#Catania

Sono accusate di aver fornito a strutture sanitarie italiane, nel pieno della prima ondata Coronavirus, mascherine e tute protettive accompagnate da certificazioni false o non idonee: per questo a 2 aziende la Guardia di finanza di Ravenna, su delega della Procura della Repubblica europea (Eppo), sede di Bologna, ha confiscato beni per oltre un milione di euro. Il sequestro preventivo e stato eseguito venerdì scorso su provvedimento emanato dal Giudice per le indagini preliminari di Bologna, su beni del valore di 1,1 milioni. 

Le 2 aziende, operanti nel settore delle forniture medicali, sono sospettate di frode aggravata ai danni di diverse strutture sanitarie e ospedali di Piemonte, Valle d’Aosta e Sicilia a cui, nel corso della prima fase dell’emergenza epidemica, tra aprile e novembre 2020, avrebbero fornito 24.500 mascherine Ffp2, 13.980 mascherine Ffp3 e 70.260 tute protettive, tutte accompagnate da certificazione di sicurezza falsificate ossia rilasciate da enti non abilitati. 

Il decreto e stato adottato alla luce degli controlli svolti dai militari del nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza di Ravenna, i quali, nel corso di una più articolata inchiesta riguardante l’illecita importazione in contrabbando di Dpi dalla Cina, avevano gia conseguito parecchi riscontri circa una probabile frode commessa dalle aziende investigate nei riguardi dell’Società ospedaliero-universitaria di Parma che, all’inizio della epidemia, svolgeva la funzione di centrale di…


PAGN2681 => 2022-08-09 13:37:35

Catania

Show More