Ex sindaco Sabella, intercettato in carcere, chiede di rintracciare ex deputato; nuova inchiesta su mafia e politica

Nuova udienza del processo che si celebra col rito ordinario davanti i giudici della prima sezione penale del Tribunale di Agrigento scaturito dalla maxi inchiesta antimafia “Montagna” che azzerò di fatto il nuovo mandamento mafioso in provincia di Agrigento. Se il filone che segue il rito abbreviato si è concluso negli scorsi mesi con una trentina di condanne quello ordinario è nel bel mezzo del dibattimento. Figura principale di questa “tranche” del processo è indubbiamente l’ex sindaco di San Biagio Platani Santo Sabella, incolpato di concorso esterno in associazione mafiosa.

Prima dell’audizione di due testimoni il sostituto procuratore della Dda di Palermo Alessia Sinatra, che rappresenta l’accusa in aula, ha annunciato (anche se in realtà lo aveva fatto nella precedente udienza) il deposito di otto nuove conversazioni intercettate nel carcere Pagliarelli di Palermo tra Santo Sabella e alcuni suoi familiari.

In una di queste – …
Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
Ex sindaco Sabella, intercettato in carcere, chiede di rintracciare ex deputato; nuova inchiesta su mafia e politica


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer