Categorie
notizie

Evan massacrato di botte, l’autopsia conferma i sospetti

Evan massacrato di botte, l’autopsia conferma i sospetti

SIRACUSA I consulenti della Procura di Siracusa hanno depositato la relazione sull’autopsia al piccolo Evan Giulio Lo Piccolo, di un anno e mezzo di Rosolini, nel Siracusano, morto il 17 agosto scorso dopo il suo arrivo in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale di Modica (Ragusa). Il piccolo, secondo Giovanni Bartoloni e Francesca Berlich, sarebbe morto per una grave insufficienza cardio-respiratoria da broncopolmonite da aspirazione, presumibilmente a seguito dalle lesioni subite. Per la morte di Evan sono indagati per assasinio e maltrattamenti la madre Letizia Spatola, 24 anni, e il compagno Salvatore Blanco, 31 anni. Secondo la Procura l’uomo più volte avrebbe compiuto violenze nei confronti del bimbo. La madre invece pur sapendo avrebbe tenuto nascosti questi episodi. Secondo la consulenza vista la morte per grave insufficienza cardio-respiratoria da broncopolmonite da aspirazione «è possibile ipotizzare che le cause potrebbero essere riconducibili a frequenti e ravvicinati episodi di perdita di coscienza del soggetto».

Il servizio intitolato: Evan massacrato di botte, l’autopsia conferma i sospetti è stato inserito il 2021-03-01 14: 28: 04 dal sito online (lasicilia.)

Originale

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo