Categorie
notizie

Etna, ecco come si formano cenere e lapilli: lo studio dell’Ingv sul magma basaltico

Etna, ecco come si formano cenere e lapilli: lo studio dell’Ingv sul magma basaltico

CATANIA – Benché particolarmente fluido, il magma basaltico di vulcani come l’Etna e lo Stromboli si frammenta come un bicchiere di vetro che cade. Ma, proprio perché fluido, molte delle fratture si ricompongono, riducendo la quantità di cenere eruttata e il suo impatto su chi vive intorno ai vulcani. Questa è la scoperta di un team di ricercatori dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, dellUniversità di Monaco di Baviera e delle messicane Universidad de Ciencias y Artes de Chiapas di Tuxtla e Universidad Nacional Autónoma de México di Mexico City. Il lavoro è stato appena pubblicato su “Nature Geoscience”. «Con questo studio – spiega Jacopo Taddeucci, ricercatore dell’Ingv e primo autore del lavoro – abbiamo voluto comprendere le modalità di formazione delle particelle vulcaniche. Tutte queste particelle si formano quando il magma che causa una eruzione si frammenta in modo esplosivo. «Studiando i campioni di un numero consistente di eruzioni

L’articolo intitolato: Etna, ecco come si formano cenere e lapilli: lo studio dell’Ingv sul magma basaltico è stato inserito il 2021-03-30 14: 01: 39 dal sito online (lasicilia.)

Leggi

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo