Esplosione mortale alla zona industriale di Agrigento: chieste due condanne

A distanza di nove anni dalla tragica morte di Liborio Di Vincenzo il processo che vede imputate due persone (3 in origine) per omicidio colposo si avvia alla conclusione. Questa mattina il pubblico ministero  ha avanzato la richiesta di condanna a 3 anni e 6 mesi di reclusione verso di Angelo Scopelliti, 73 anni di Palma di Montechiaro, e Giovanni Caminiti, 64 anni, rispettivamente ex legale rappresentante della società Agriscia e medico della ditta. Un terzo imputato, Salvatore Zaffuto, è deceduto e la sua posizione stralciata. I due sono accusati di omicidio colposo.

Liborio Di Vincenzo, operaio cinquantenne, rimase gravemente ustionato in seguito ad una esplosione avvenuta all’interno del deposito “Agriscia” alla zona industriale di Agrigento il 6 ottobre 2010. L’operaio fu ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale Civico di Palermo dove morì poco più di due settimane dopo l’incidente. Secondo quanto ricostruito l’esplosione …
Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
Esplosione mortale alla zona industriale di Agrigento: chieste due condanne


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer