Emergenza Covid. Il sindaco di Canicattì chiede al Prefetto di Agrigento controlli ai terminal degli autobus. – il Fatto Nisseno


Emergenza Covid. Il sindaco di Canicattì chiede al Prefetto di Agrigento controlli ai terminal degli autobus. – il Fatto Nisseno 

A proposito dell’emergenza Covid, il sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura, ha scritto una lettera al Prefetto di Agrigento. Lo ha fatto alla luce delle ultime notizie di nuovi contagi in provincia, preoccupato per la possibilità che si possano innescare nuovi focolai di contagio. Nella lettera, pubblicata nella pagina fb del Comune, il primo cittadino canicattinese ha chiesto l’attivazione di controlli ai terminal degli autobus.

Questo il testo:

“Il caso che si è registrato nella giornata di ieri, riguardante la signora rumena residente nel Comune di Ravanusa, risultata positiva al COVID-19 e trasferita all’ospedale di Caltanissetta, ci preoccupa e non poco.
Il campanello d’allarme è risuonato anche nel nostro territorio.
In queste ore ho raccolto le preoccupazioni di tanti cittadini e, con la presente, mi faccio portavoce dell’intera comunità.
Canicattì è un territorio di rilievo per le attività agricole, particolarmente interessato dai numerosissimi trasferimenti di braccianti provenienti dall’estero, prevalentemente dall’ Europa Orientale.
La critica situazione sanitaria, registratasi in questi giorni nei Paesi dell’Est, ha spinto il Ministro della Salute a firmare un’ordinanza in cui si dispone che in tutto il territorio nazionale, i cittadini che provengono da Romania e Bulgaria, debbano porsi in quarantena.
Questa misura è già vigente per tutti i paesi extra EU ed extra Schengen. Il virus non…