Edilizia sociale a Siracusa, il Sunia denuncia: ” Settecento famiglie in attesa di un alloggio e 1600 sfratti”

“Da troppo tempo le politiche abitative sono dimenticate o sottovalutate nelle azioni del Comune di Siracusa, soprattutto nelle aree urbane periferiche, dove una crescente emergenza non trova soluzione reale a causa di assenza di fondi da destinare al rilancio dell’edilizia sociale in affitto a canone sostenibili e, determinato anche dal mancato finanziamento di sostegno alla domanda debole”. A denunciarlo è Salvatore Zanghì. Segretario del Sunia.

“Sebbene il decreto del 4 luglio 2019 – previa delibera Cipe del 22 dicembre 2017 – abbia previsto fondi per 250 milioni di euro, dei quali 22 milioni e 600mila euro assegnati alla Sicilia, Siracusa attende ancora che se ne dia attuazione e applicazione pratica – afferma Zanghì – Questi fondi infatti, costituirebbero una boccata d’ossigeno per il programma integrato residenziale sociale, oltre che per tutto il settore dell’edilizia in sofferenza occupazionale. In particolare si potrebberro attivare interventi di rigenerazione e riorganizzazione urbana al fine …
Leggi anche altri post su Siracusa o leggi originale
Edilizia sociale a Siracusa, il Sunia denuncia: ” Settecento famiglie in attesa di un alloggio e 1600 sfratti”


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer