“E’ fratello del vicesindaco”, ministro della Cultura frena nomina di Giambrone al Massimo

Il ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli, mette in discussione la riconferma di Francesco Giambrone alla guida del teatro Massimo. Lo fa con una lettera che a breve dovrebbe arrivare sul tavolo del sindaco Leoluca Orlando, che è anche presidente della fondazione lirica teatro Massimo. Secondo quanto riferisce l’Ansa, il ministro Bonisoli solleva una ragione d’opportunità sulla nomina del sovrintendente Giambrone, decisa all’unanimità dal Consiglio d’indirizzo della fondazione. “Mi risulta – spiega il ministro – che Francesco Giambrone sia fratello di Fabio Giambrone, da alcuni mesi vicesindaco del Comune di Palermo”.

Al ministro spetta l’ultima parola sulla nomina del sovrintendente, indicato dal Consiglio d’indirizzo. All’organismo – composto da cinque membri, più il sindaco – Bonisoli ha chiesto di valutare gli effetti della “stretta parentela tra vicesindaco e sovrintendente su chi partecipa alla vita del teatro”, aggiungendo che si rischia di “dare un segnale sbagliato alla città”.
Leggi anche altri post su Palermo o leggi originale
“E’ fratello del vicesindaco”, ministro della Cultura frena nomina di Giambrone al Massimo


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer