Duplice omicidio nel Siracusano, parla il fermato: “Sparato dopo minacce di morte”

90
Duplice omicidio nel Siracusano, parla il fermato:
Duplice omicidio nel Siracusano, parla il fermato: "Sparato dopo minacce di morte"

Duplice omicidio nel Siracusano, parla il fermato: “Sparato dopo minacce di morte”

«Mi avevano minacciato di morte, mi avevano detto ‘tu stasera muori qui’, ho preso il fucile e ho sparato». Così Giuseppe Sallemi, 42 anni di Lentini, accusato di avere ucciso due persone e ferita una terza che si erano introdotte in un fondo agricolo di cui era il guardiano, ha confermato la sua ricostruzione dei fatti al Gip di Catania.

L’interrogatorio di garanzia si è svolto nel carcere del capoluogo etneo dove l’indagato si trova in stato di fermo per duplice omicidio e tentativo di omicidio.

«La nostra linea – spiega l’avvocato Rocco Cunsolo che assieme al suo collega Francesco Calderone assiste il 42enne – è, in base alla ricostruzione di Sallemi, quella della legittima difesa, che è consentita dalla legge nel domicilio, e lo è anche un posto di lavoro. Per questo ci siamo opposti alla convalida del fermo. E’ un momento difficile per tutti, per…


fonte