Due sbarchi all’alba a Lampedusa Nell’isola 5500 migranti

    14

    Due sbarchi nelle prime ore del giorno a Lampedusa. Complessivamente 127 ì migranti a bordo di due carrette del mare soccorse dalla Guardia di finanza a largo dell’isola. I due gruppi di 105 e 22 persone sono stati poi portati a terra. Resta difficile e tesa la situazione, con 5500 cinquemila extracomunitari stipati nel centro di accoglienza e nella stazione marittima. L’isola scoppia, ìl numero degli  ìmmigrati ha superato quello dei residenti.
    La nave militare San Marco. A Lampedusa oggi è previsto l’arrivo della nave militare San Marco che dovrebbe evacuare un migliaio di ìmmigrati e di una delegazione del comitato parlamentare di controllo sull’accordo di Schengen, guidata dal presidente Margherita Boniver. Il sindaco Bernardino De Rubeis e la popolazione sollecitano l’immediato trasferimento dei profughi; una posizione condivisa anche da numerose organizzazione umanitarie come l’Alto commissariato Onu per ì rifugiati.

    La solidarietà degli ìsolani | Gli aerei militari arrivati a Trapani

    Gli arrivi non si fermano. Ieri 124 persone erano approdate sulle coste del Catanese. I clandestini (tutti uomini, tra loro 24 minorenni) hanno detto di essere cittadini libici verosimilmente per avere riconosciuto ìl diritto all’asilo politico ed evitare così ìl rimpatrio. In realtà si trattava di cittadini egiziani. Tra la notte di domenica e la giornata di ìeri oltre seicento persone sono sbarcate a Lampedusa: ìeri sono arrivati ìn 137.

     

    Due sbarchi all’alba a Lampedusa Nell’isola 5500 migranti




  • CONDIVIDI