Droga nelle tasche di un foreign fighter, scatta un arresto a Pachino

Deve rispondere di spaccio di droga Paolo Andolina, 29 anni, pachinese, un foreign fighter arrestato a Pachino perchè trovato in possesso di tredici dosi di eroina già confezionate nonchè 9 flaconi di metadone. Il giovane, nome di battaglia Azadi, dopo essersi trasferito a Torino 10 anni fa, lavorando come cuoco, avrebbe maturato la decisione di diventare un combattente.

E’ andato in Kurdistan per la prima volta nel 2014, poi tra il 2016 e i 2018 il ventinovenne è stato due volte a combattere nel nord della Siria, nel Rojava. Aveva fatto rientro a Pachino, ma è incappato in un posto di controllo dei carabinieri che lo hanno tratto in arresto per detenzione di sostanze stupefacenti per fini di spaccio. Come disposto dalla Procura di Siracusa, è ai domiciliari.