Notizie

Diego Pipitone, il “reuccio” di San Giuliano. Ecco come hanno tentato di ucciderlo


I pregiudicati e i mafiosi di Trapani e dintorni quando si raccontavano la storia di quell’agguato la dipingevano come quella scena del film Scarface, quando Tony Montana, crivellato di colpi, tenta di resistere alla raffica di proiettili. “Diego Pipitone? E’ una persona molto conosciuta e temuta a Trapani, per i suoi trascorsi penali e per aver subito pure un tentato omicidio”, diceva qualche mese fa agli inquirenti Pietro Cusenza, uno dei coinvolti nell’inchiesta antimafia Scrigno. 

Diego Pipitone è un nome che i lettori di Tp24 hanno imparato a conoscere nei mesi scorsi per la nostra inchiesta “San Giuliano Criminale”, con la quale abbiamo raccontato come un gruppo di pregiudicati abbia avuto il controllo del consenso elettorale a Trapani ed Erice. E tra tutti Pipitone è certamente l’uomo più temibili, per il suo passato, per la sua condanna per omicidio alle spalle, per il gran pacchetto di voti che riusciva a muovere oltretutto nel quartiere di San Giuliano. E quello, Pipitone, che ha fatto eleggere un consigliere comunale e lo ha costretto a dimettersi il giorno del giuramento. E’ il caso di Francesco Tarantino, costretto a dimettersi per far posto a Francesca Miceli. Entrambi candidati con la sindaca Daniela Toscano ad Erice,

 » 

Show More