Categorie
notizie

Definì mafiose su Fb le sorelle Napoli: per pm è “diritto di critica”

Definì mafiose su Fb le sorelle Napoli: per pm è “diritto di critica”

Mezzojuso (Palermo) – Definire su Facebook “mafiose” 3 sorelle incensurate, 3 imprenditrici agricole che da sempre lottano contro il malaffare e contro i boss “non è diffamazione” ma “rientra piuttosto nell’ambito del diritto di critica”. A scriverlo, nero su bianco, è il pm della Procura di Termini Imerese (Palermo) Chiara Salerno Cardillo, che ha chiesto al gip l’archiviazione del procedimento a carico di Giorgio Ferlisi, il presunto autore del post in cui definisce le sorelle Irene, Marianna e Gioacchina Napoli di Mezzojuso (Palermo) delle “mafiose”. Secondo il sostituto procuratore “l’utilizzo di espressioni forti e, come nel caso di specie, offensive – scrive il pm nella richiesta di archiviazione di cui l’(Agenzia di stampa) è in possesso – non è di per sé idoneo a nuocere alla reputazione del destinatario dal momento che ogni utente della rete deve sapere distinguere tra contribuiti ‘espertì e recensioni sommarie, oggi consentite sostanzialmente a chicchessia”. Da ciò,

L’articolo intitolato: Definì mafiose su Fb le sorelle Napoli: per pm è “diritto di critica” è stato inserito il 2021-02-27 18: 12: 06 dal sito online (lasicilia.)

Leggi

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo