notizie

Deceduto Antonio Pallante, l’attentatore di Togliatti

#Catania

CATANIA – E’ deceduto nella sua casa di CATANIA, a 99 anni, Antonio Pallante l’attentatore di Palmiro Togliatti, contro cui esplose 4 colpi di pistola, 3 andati a segno, il 14 luglio 1948, nel tentativo di uccidere il boss del Partito comunista italiano. Il decesso e avvenuto nel luglio scorso, ma la notizia e trapelata soltanto oggi dai familiari. Avrebbe compiuto 100 anni il prossimo 23 agosto. “Mio padre ci ha sempre detto che quel gesto lo ha fatto solamente perché da studente vedeva qualche cosa che poteva essere una minaccia per la democrazia, intravedendo il legame tra Togliatti e l’Urss”, spiega il figlio.

La sparatoria avvenne a Roma, vicino la Camera dei deputati, da dove il ‘Migliore’, come era nominato Togliatti, era appena uscito in compagnia di Nilde Iotti, che restò illesa. Pallante, che partì armato da Randazzo, nel Catanese, dove viveva, agì da solo spinto, disse, dalla paura del pericolo dell’espansione del comunismo in Italia. Non si e mai più occupato, perlomeno pubblicamente di politica, ma si e mia ufficialmente pentito del suo gesto, giudicandolo ripugnante, ma pensando che fosse la cosa giusta da fare per salvare il Paese dal rischio comunista. Il tentato omicidio, commesso dopo il successo della Democrazia cristiana alle politiche del 1948, portò l”Italia a un passo dalla guerra civile. Ci furono forti manifestazioni di piazza che spinsero Togliatti, ferito alla nuca e al torace, a rilasciare un’intervista dal Policlinico di Roma, dove era stato operato, per tranquillizzare tutti.


PAGN2951 Leggi 2023-01-02 20:14:50

Livesicilia Catania

Show More

Articoli simili