Categorie
notizie

Dati Coronavirus truccati in Sicilia: “nascosti” almeno 180 morti nel 2020

Dati Coronavirus truccati in Sicilia: “nascosti” almeno 180 morti nel 2020

PALERMO – Centottanta decessi nascosti nel 2020. E poi «spalmati» nel 2021 durante la quotidiana comunicazione all’Istituto superiore della Sanità da parte dell’assessorato regionale alla Salute. E’ una delle anomalie nella gestione dell’andamento della pandemia scoperta dalla Procura di Trapani nell’ambito dell’indagine che ieri ha portato all’emissione di una misura cautelare di arresti domiciliari per tre persone accusate di avere falsificato i dati Coronavirus per scongiurare che la Sicilia finisse in zona rossa. Nell’inchiesta tra gli altri sono coinvolti Letizia Di Liberti, la garante del Dipartimento Regionale per le Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico (Dasoe), e l’ex assessore alla Salute, Ruggero Razza. Di Liberti e Salvatore Cusimano, dipendente regionale e suo stretto collaboratore – entrambi agli arresti domiciliari – avrebbero aumentato «i decessi, comunicando il numero di +15 in luogo di + 4, per riprendere – si legge nel provvedimento del gip – il dato relativo a +180 morti del

L’articolo intitolato: Dati Coronavirus truccati in Sicilia: “nascosti” almeno 180 morti nel 2020 è stato inserito il 2021-03-31 14: 20: 51 dal sito online (lasicilia.)

Leggi

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo