Dai summit alla testa di capretto I rapporti fra Gammicchia e i boss


PALERMO – È una storia che inizia alla fine degli anni Ottanta e che giunge ai giorni nostri. Una storia, quella di Vincenzo Gammicchia, che incrocia cognomi che contano nella mafia di ieri e di oggi, come i Galatolo e i Fontana.

Gammicchia, leader nel settore degli pneumatici, è finito sotto inchiesta per mafia, ma nel 2017 ha ottenuto l’archiviazione. Allora non furono trovati i riscontri necessari alle accuse dei pentiti che lo indicavano come associato a Cosa Nostra ed autore di un’estorsione ai danni del titolare di una concessionaria di macchine.

Dal sequestro deciso ora dalla sezione Misure di prevenzione del Tribunale emerge l’esistenza di un’altra indagine, i cui esiti non si conoscono, che riguarda i presunti rapporti commerciali occulti di Gammicchia.
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
Dai summit alla testa di capretto I rapporti fra Gammicchia e i boss


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer