Categorie
notizie

Dai costi al gap del Sud: 12 motivi per costruire il Ponte sullo Stretto

Dai costi al gap del Sud: 12 motivi per costruire il Ponte sullo Stretto

Dalla cantierabilità e dai costi dell’opera all’ratifica già ottenuta dalla Ue; dai stanziamenti europei disponibili e quelli del recovery plan a volano per lo sviluppo del Mezzogiorno. Sono questi, come emerge da analisi tecniche, alcuni dei 12 “pilastri” portanti per la realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina, al centro del dibattito in attesa delle decisioni sulla sua costruzione. Il primo pilastro è quello della cantierabilità del ponte. Il vincolo principale del pilone del Ponte interferente con la ferrovia è stato superato con l’apposito spostamento nel 2013 dell’asse ferroviario nella località di Cannitello. Una decisione che testimonia l’avvio in concreto di una fase fondamentale di realizzazione del progetto. Altro pilastro sono i costi dell’opera: per la costruzione del solo attraversamento sospeso su pile non supera i 2,9 miliardi di euro. Inoltre, e si passa al terzo pilastro, il Ponte sullo Stretto di Messina è stato già previsto dalla Unione Europea

Il servizio intitolato: Dai costi al gap del Sud: 12 motivi per costruire il Ponte sullo Stretto è stato inserito il 2021-04-13 12: 46: 55 dal sito online (lasicilia.)

Leggi

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo