Custode piscina di Palermo dormiva in auto durante le ore di lavoro

6
Custode piscina di Palermo dormiva in auto durante le ore di lavoro

Per un custode della Piscina comunale di Palermo, sorpreso a dormire nella propria auto privata durante l’orario di servizio, è scattato l’avvio di un procedimento disciplinare e il trasferimento presso un’altra struttura del Comune. Approfittando della momentanea assenza del Capo impianto, l’uomo si era appisolato abbandonando il proprio luogo di lavoro. A segnalare la presenza di una persona addormentata in auto all’interno del parcheggio della piscina erano stati alcuni cittadini che, informata la segreteria del Sindaco, hanno fatto scattare i controlli. “Nessun comportamento incivile, oltre che illegale, può e sarà tollerato – ha detto il sindaco Orlando -, auspico che gli organismi disciplinari adotteranno le sanzioni adeguate. Un sentito ringraziamento a quanti, senza clamori ma con il giusto senso civico e civile, hanno segnalato il fatto, permettendo di individuare un lavoratore il cui comportamento offende la dignità di tantissimi suoi colleghi”.