Corte dei Conti, condannato pure in Appello l’ex sindaco di Pachino Bonaiuto

I giudici d’appello della Corte dei Conti presieduta da Giovanni Coppola hanno condannato l’ex sindaco di Pachino (Sr) Paolo Bonaiuto a risarcire il comune con 249 mila euro per alcuni incarichi considerati dai magistrati contabili illegittimi conferiti durante il mandato. Le rilevazioni erano iniziate dopo le segnalazioni da rappresentanti sindacali, consiglieri comunali e anonimi privati. Sotto la lente del procuratore della Corte dei conti sono finite le retribuzioni aumentate a dipendenti o incarichi a consulenti che affiancavano impiegati comunali. Come il caso del responsabile del servizio di prevenzione e protezione sui luoghi di lavoro. In primo grado il primo cittadino era stato condannato a pagare 326 mila euro, somma ridotta in appello. Secondo quanto contestato dalla procura contabile il sindaco, durante il mandato, ha “nominato consulenti per incarichi che non erano diretti a soddisfare esigenze straordinarie, né richiedevano competenze specialistiche. Le nomine non erano state precedute dalla ricognizione …
Leggi anche altri post su Siracusa o leggi originale
Corte dei Conti, condannato pure in Appello l’ex sindaco di Pachino Bonaiuto


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer