notizie

Coronavirus, rabbia dei medici del Policlinico: «Si rivela del maratoneta guarito per miracolo ma non si dice che noi abbiano sudato per salvarlo»

Coronavirus, rabbia dei medici del Policlinico: «Si rivela del maratoneta guarito per miracolo ma non si dice che noi abbiano sudato per salvarlo»

Catania – Al Reparto di Rianimazione del Policlinico, guidato dal primario Ettore Panascia, per combattere il Coronavirus si pratica pure una tecnica molto sofisticata che si chiama Ecmo, o “circolazione extracorporea”, con la quale (con cannule giugulare e femorale) si “mettono a riposo i polmoni” nel corso del periodo del ricovero e il degente respira artificialmente. In uno dei due posti letto disponibili (in Sicilia ci sono solo Palermo con 17 posti e Catania con questi 2) è stato ricoverato Maurizio Jack Giustolisi, 45enne maratoneta, arrivato ormai in condizioni gravissime dalla rianimazione del Garibaldi oltre un mese fa. “Era arrivato quasi deceduto. Per un mese, notte e giorno, lo abbiamo curato applicando questa difficile tecnica – dice Panascìa – non facciamo miracoli, ma offriamo tutto il nostro impegno, pure oltre la misura ragionevole». Panascia rivela quei giorni terribili col paziente appeso a un filo. Ed è per tal che oggi la

Il post intitolato: Coronavirus, rabbia dei medici del Policlinico: «Si rivela del maratoneta guarito per miracolo ma non si dice che noi abbiano sudato per salvarlo» è stato inserito il 2021-03-03 14: 00: 45 dal sito online (lasicilia.)

Originale

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo

Related Articles