Categorie
notizie

Coronavirus, quando l’Asp di Catania scrisse alla Regione: «Dati non corrispondono»

Coronavirus, quando l’Asp di Catania scrisse alla Regione: «Dati non corrispondono»

Catania –  «Il dato che emerge è che i numeri non coincidono…». Lo aveva detto di getto il commissario straordinario Coronavirus per l’Asp di Catania, Pino Liberti, quando il suo staff si era accorto che i numeri sul Coronavirus segnalati dal suo ufficio alla Regione poi non coincidevano con quelli diramati e inviati al ministero. Ma non è roba che riguarda il periodo temporale preso in esame dal terremoto giudiziario di alcuni giorni fa. Siamo in arco temporale molto prima, nel pieno della prima ondata, a fine maggio 2020. Già allora che qualcosa non funzionasse nei numeri del Coronavirus era apparso evidente e codesto giornale lo aveva riportato con due articoli. Ad “accendere la lampadina” sui dati era stata l’Asp di Catania che con una lettera firmata dal direttore generale Maurizio Lanza e dal commissario Pino Liberti aveva chiesto alla Regione di rivedere i dati. I due responsabili catanesi avevano inviato la

Il servizio intitolato: Coronavirus, quando l’Asp di Catania scrisse alla Regione: «Dati non corrispondono» è stato inserito il 2021-03-31 13: 15: 45 dal sito online (lasicilia.)

Leggi

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo