Coronavirus, attivata procedura per un turista cinese a Palermo

97
Coronavirus, attivata procedura per un turista cinese a Palermo
Coronavirus, attivata procedura per un turista cinese a Palermo

PALERMO – Un turista cinese che alloggia in un’hotel del centro storico a Palermo è stato accompagnato da un’ambulanza del 118, che ha seguito il piano attivato per i casi sospetti di Coronavirus, in ospedale. Lo conferma l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza. L’uomo con sintomi influenzali è stato portato nel reparto malattie infettive dell’ospedale Cervello per i controlli. Il protocollo del ministero della Salute prevede che le analisi siano fatte a Palermo e poi verificate dall’istituto Spallanzani.

Razza dice: «In queste ore è necessario evitare inutili e pericolosi allarmismi. Abbiamo applicato la procedura stabilita dal Ministero della Salute che prevede un primo esame che in poche ora ci consentirà di avere un quadro più chiaro». “Ricordo ancora una volta – aggiunge – che per ogni evenienza è attivo il numero verde 1500 del ministero della Salute. Inoltre i medici di famiglia così come il numero unico per le emergenze 112 sono informati per la gestione di ogni situazione”. L’assessore alla Salute, rimandando proprio alle disposizioni ministeriali applicate anche in Sicilia, sottolinea che «non bisogna andare direttamente al pronto soccorso, ma rivolgersi ai medici di famiglia o ai numeri dedicati». Razza ha voluto ancora una volta rivolgere un appello agli operatori dell’informazione affinché «agiscano con rigore e scrupolo nella gestione delle notizie collegate alla vicenda Coronavirus, poiché si può sempre controllare un caso, ma il panico no».