Corleone, il paese dove la disabilità diventa «un fardello». «La vera barriera non è solo il gradino ma l’insensibilità».

«Siamo in carrozzina da anni, vogliamo uscire anche noi. Ma a Corleone non si può». Tra caditoie pericolose a guardia di ingressi pubblici, strade disseminate di buche e avvallamenti e scivoli puntualmente occupati da auto posteggiate il paese è praticamente invivibile per chi, come Luciano Labruzzo, è costretto a muoversi su una sedia a rotelle. In carrozzina ormai da anni, l’uomo sabato scorso è andato da solo al cimitero comunale per portare dei fiori sulla tomba dei genitori. Una cosa come un’altra in un giorno in cui in tanti, approfittando della ricorrenza del 2 novembre, si sono recati in visita dai propri cari che non ci sono più. Tanti tranne lui, però. Che è rimasto fuori dal cimitero privo di alcuna possibilità di potervi entrare. Anzi, di poter varcarne addirittura la soglia.

palermo o leggi originale
Corleone, il paese dove la disabilità diventa «un fardello». «La vera barriera non è solo il gradino ma l’insensibilità».


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer