.Contro il Segni per chiudere l’anno in bellezza

    153

    Il Segni non è quello dello scorso anno.
    Una corazzata che ha vinto praticamente tutte le partite.
    Quest’anno la società romana sta cercando di inserire qualche giovane di belle speranza.
    I romani sono terzi in classifica, con sette lunghezze in più proprio dei palermitani, balzati al quarto posto in classifica dopo la netta vittoria 41-zero contro il Trepuzzi Lecce della scorsa domenica.

    Contro i romani, il quindici nero-arancio, allenato da Filippo La Torre e Fabrizio Casagrande, dovrà fare a meno di Agatino Fassari, Matteo Palma, Giovanni Rizzo e Marco La Torre, uscito con una forte contusione al piede e lasciato a riposo precauzionale.  “Noi venderemo cara la pelle – dice La Torre – È un ambiente difficile.
    Loro in casa giocano con più grinta.
    Non mi aspetto una partita spettacolare.
    Ma giocata punto a punto.
    Saranno decisivi i calci piazzati”.  A Roma, ad assistere alla partita ci sarà anche il presidente, Fabio Rubino: “Sono sempre una squadra fortissima – dice – Ma se entriamo in campo caricati e concentrati, possiamo affrontare alla pari qualsiasi avversario.
    Un pronostico? Vinciamo noi di misura”.
    Appuntamento domenica 19 alle 14.30 a Segni.




  • CONDIVIDI