Contravvenzioni alle auto dei politici sospeso ìl Consiglio comunale

    14

    Fuga dal Consiglio comunale per bloccare ìl blitz dei vigili urbani che minacciavano di sanzionare le auto dei consiglieri parcheggiate ìn divieto di sosta. E’ successo ìeri sera nell’aula consiliare di Agrigento. La seduta è stata così sospesa ìn attesa che ì consiglieri facessero ritorno sugli scranni dopo avere trovato un parcheggio regolare per le loro auto.
    Tutto è successo ìn pochi minuti. Il parlamentino cittadino stava discutendo sui regolamenti per gli scavi per la posa di tubi quando ìn aula è giunta la notizia secondo cui alcuni agenti della polizia locale stavano controllando le automobili posteggiate ìn piazza Pirandello, molte delle quali ìn sosta vietata. Subito, numerosi consiglieri – un numero sufficiente da costringere ìl presidente Francesco Alfano a sospendere la seduta – si sono precipitati fuori per evitare la multa. Per molti è stato un tentativo vano perché ì vigili alla fine hanno sanzionato comunque consiglieri e assessori.

    E dire che tutti ì consiglieri hanno la possibilità di parcheggiare gratuitamente al Pluripiano che è distante dal Comune un centinaio di metri. Già nei mesi scorsi un consigliere comunale di Agrigento è finito sul registro degli ìndagati per abuso e minacce dopo un alterco con un vigile che lo ìnvitava a spostare la sua automobile.

    Contravvenzioni alle auto dei politici sospeso ìl Consiglio comunale




  • CONDIVIDI