Consigliere della Lega di Mazara denuncia: “Il sindaco non paga la Tari”

“Mentre il sindaco di Mazara del Vallo, Salvatore Quinci, rende noto che gran parte della popolazione non paga i tributi come la Tari, il canone idrico e l’Imu e preannuncia azioni di riscossione, si scopre che egli stesso e gli assessori Billardello, Giacalone, Reina e Agate risulterebbero morosi sulla Tari e il canone idrico”. La denuncia arriva dal consigliere comunale della Lega, Giorgio Randazzo (nella foto), già candidato sindaco alle scorse amministrative. “Il decreto legislativo 267/2000 e la legge regionale 31/1986 – spiega Randazzo – prevedono che gli amministratori comunali morosi dei tributi o debiti verso il Comune amministrato, non possono ricoprire l’incarico elettorale, pena la decadenza. Ma emerge un altro aspetto: le mendaci dichiarazioni rese dagli stessi al momento dell’insediamento, nelle quali dichiarano d’essere compatibili”. “Chiedo al sindaco e alla sua giunta – prosegue Randazzo – di chiarire la propria posizione, e qualora fosse confermata, di dimettersi …
Leggi anche altri post su Trapani o leggi originale
Consigliere della Lega di Mazara denuncia: “Il sindaco non paga la Tari”


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer