notizie

Comuni: Palermo; Consiglio boccia incremento addizionale Irpef

In pericolo il piano di risanamento finanziario del Comune di Palermo, votato dal Consiglio comunale, nelle linee generali, il passato 31 gennaio. Ma oggi laula, che sta esaminando il documento proposto dalla giunta, ha bocciato un punto centrale della delibera, il raddoppio delladdizionale Irpef che gia da questanno sarebbe passata dallo 0,8% all1,61%. In 17, sui 26 presenti (lassemblea civica e formata da 40 consiglieri) hanno votato contro laumento, 3 i voti a favore e 6 gli astenuti.
    Da un lungo periodo la giunta guidata da Leoluca Orlando non ha una i più che la sostiene in Consiglio e sarà difficile che il piano possa ricevere il sì dellaula e far si che al primo cittadino di chiudere laccordo con lo Stato che in finanziaria ha previsto per Palermo uno stanziamento di 180 milioni di euro, in ventanni, ponendo come condizione lincremento delle entrate e la lotta allevasione dei tributi locali.
    Il passato giovedì 15 consiglieri su altrettanti presenti in aula avevano bocciato laumento delladdizionale Irpef, ma il voto era stato reso nullo dalla mancanza del numero legale (16).
    La giunta aveva proposto oggi il ritiro della delibera, che aspettano la presentare unaltra proposta riformulata su criteri di equità fiscale, ma laula lha rifiutata.
    Per Orlando i consigliere comunali sono degli “irrespondabili” che procurano “danni alla città e ai impiegati”.
    Di altro avviso lopposizione: per la candidata a primo cittadino di FdI (a Palermo si vota il 12 giugno), Carolina Varchi, “la i più non esiste più” e i responsabili “vogliono solo allontanare il rischio di essere chiamati a rispondere delle proprie responsabilità, cosa che il dissesto comporterebbe in automatico”. Per i 5 consiglieri del gruppo di Italia viva, “i cittadini si sarebbero visti raddoppiare le tasse senza avere nulla in cambio”. .
   

as-fon 2112

Show More