Catania

Città giudiziaria di Catania, la ricorrente al Tar contesta Musumeci nessun ricorso respinto

Questo contenuto e stato archiviato ! potrebbe non essere più rilevante

#Catania

Il Consorzio Stabile Acreide, in qualità di operatore economico che ha partecipato alla procedura di gara in oggetto proponendo ricorso avverso l’aggiudicazione dei lavori di costruzione della città giudiziaria di Catania contesta le parole espresse ieri in occasione della posa della prima pietra dal presidente della Regione, Nello Musumeci.

Nel dichiarato stampa del Presidente della Regione di ieri, 5 agosto 2022, si legge, testualmente in merito ai lavori per la realizzazione della nuova Città giudiziaria di Catania, che “Un ricorso al Tar etneo, presentato da una delle aziende che avevano partecipato alla procedura di affidamento, rallenta l’iter, ma i giudici amministrativi, nel luglio 2022, respingono l’appello per l’annullamento della gara e dell’aggiudicazione. Il Genio civile, nei giorni passati, ha potuto così compiere la consegna dei lavori e dare il via al più importante cantiere di rigenerazione urbana avviato a Catania nell’ultimo decennio”.

Tale notizia contestata dal Consorzio, “poichè – spiega in un comunicato formale – il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia, Sede di Catania, con ordinanza del 14 luglio 2022, non solo non ha affatto respinto l’appello dell’azienda ricorrente, ma non ha neppure delibato negativamente il merito del medesimo, avendo dichiaratamente deciso “a prescindere dal merito del ricorso”.

Il Tar, difatti, il passato 14 luglio 2022, nel fissare l’udienza pubblica di…


PAGN2643 => 2022-08-06 17:48:26

Catania

Show More