Catania

Catania, sostanza stupefacente tensione tra Cappello e Santapaola

Questo contenuto e stato archiviato ! potrebbe non essere più rilevante

#Catania

CATANIA – Poteva scatenarsi una guerra di sostanza stupefacente e mafia. L’appello alle armi e stato evitato per un pelo. La primavera del 2019 e stata caldissima. Il figlio di Salvatore Battaglia, Antonino Sebastiano (conosciuto come Nino) del gruppo del Villaggio Sant’Agata dei familiari Santapaola-Ercolano ha avuto un violento collisione con i Cappello (in particolar modo con Concetto Bonaccorsi, Saro Ragonese, Maurizio Girone e Ninni Condorelli) per la “piazza di spaccio a Zia Lisa”.

Nelle carte del blitz Agorà – che ha concesso di decapitare la cupola della nota organizzazione malavitosa etnea qualche settimana fa – sono finite le intercettazioni che documentano i momenti di tensione e i vertice che si sono svolti all’officina di Salvatore Rinaldi, quartiere generale della famiglia. Battaglia jr ha imposto ai Cappello di togliersi dai piedi.

Il duello

Concetto Bonaccorsi era aperto al dialogo, mentre Saro ‘u biondo Ragonese non…


PAGN2544 => 2022-07-22 05:51:00

Catania

Show More