Catania

Catania, presto 2 nuove fermate della metropolitana

#Catania

L’intervento dei consiglieri del Mpa del Comune di Catania che chiedono un’interlocuzione tra Regione Sicilia, Rfi ed Fce.

2 nuove stazioni della metropolitane pronte nel giro di pochi mesi. Lo ha affermato il direttore generale della Ferrovia circumetnea Salvo Fiore a più riprese al nostro giornale e adesso la conferma arriva dai numerosi sopralluoghi effettuati negli scorsi giorni da alcuni consiglieri comunali.

Pochi giorni fa, a Enzo Bianco, durante un sopralluogo nei cantieri della Metropolitana con la Commissione consiliare Lavori Pubblici, ha comunicato: “La Metropolitana di Catania e una delle strutture che cambiano davvero la Città. Mi ci sono dedicato con passione sempre. E ho lavorato con determinazione perché si realizzasse. Stamane, con tutti i colleghi della Commissione Lavori Pubblici del Consiglio Comunale, guidata dal collega Angelo Scuderi, abbiamo fatto un accurato sopralluogo nella stazione Fontana, sotto la Circovallazione. Il tunnel di collegamento diretto con l’Ospedale Garibaldi nuovo e pronto. Le tratte Nesima-Fontana e poi Fontana-Monte Po saranno pronte entro giugno dell’anno prossimo. Sarà il nuovo Sindaco a inaugurarle. I binari sono gia posati. L’ingegnere Salvatore Fiore, Direttore Generale FCE, sta lavorando con la consueta esperienza e passione. Purtroppo si e perso tempo per le difficoltà dell’azienda che sta realizzando i lavori che proseguiranno poi sino a Misterbianco. Mentre, dall’altra inizia da Stesicoro a Palestro e poi all’Aeroporto. Ci starò addosso come sempre.  Promesso: e eccessivamente importante”.

Il provvedimento del Mpa

“Entro il 1º semestre del 2023 dovrebbero essere ultimati i lavori delle stazioni della metropolitana “Fontana” e “Monte Po”, si tratta dell’ennesimo tassello di un’infrastruttura destinata a rivoluzionare il concetto di trasporto pubblico a Catania e nell’intera area urbana, avvicinando sempre di più la nostra città al resto d’Europa”. E’ quanto dichiarato da Orazio Grasso, consigliere comunale del gruppo Grande Catania, dopo la visita della commissione lavori pubblici ai cantieri delle nuove stazioni della metropolitana di Catania.

“Urge – continua Grasso – un’interlocuzione tra Regione Sicilia, Rfi ed Fce cosi da avviare un processo di integrazione tra 2 delle più importanti infrastrutture di mobilità per la città di Catania ossia la Metropolitana ed il passante ferroviario gestito da RFI”.

“In modo particolare – va avanti Orazio Grasso – sarebbe auspicabile che Rfi, nella tratta Fontanarossa-Acireale, (che comprende le stazioni Fontarossa, Acquicella, Stazione Centrale, Europa, Picanello, Ognina, Cannizzaro, Acireale)  effettui un servizio di tipo metropolitano che permetta la decorrenza di un treno ogni 10-15 minuti e che, magari,  si studi l’integrazione di un biglietto unico tra Fce e Rfi cosi da creare, di fatto, una seconda linea metropolitana


PAGN2931 => 2022-12-06 13:01:00

Catania

Show More

Articoli simili