Catania: per il Gup diffamarono l’ex sindaco Bianco, rinviati a giudizio

227
Catania: per il Gup diffamarono l'ex sindaco Bianco, rinviati a giudizio
Catania: per il Gup diffamarono l'ex sindaco Bianco, rinviati a giudizio

CATANIA – Il Giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Catania ha disposto il rinvio a giudizio nei confronti di Matteo Iannitti e Marco Benanti per il reato di diffamazione aggravata ai danni dell’ex sindaco di Catania Enzo Bianco. Il provvedimento del Gup è stato pronunciato nell’ambito del procedimento scaturito dalla denuncia-querela presentata dallo stesso Bianco per un comunicato stampa dal titolo «Intercettazioni Bianco e Ciancio sul PUA. Intrecci affaristico-mafiosi sulle comunali 2013. Amministrazione compromessa, dimissioni» che era stato diffuso il 12 novembre 2015 sulla testata on-line Iene Sicule di cui Marco Benanti è il direttore Responsabil. Il comunicato era riconducibile al movimento Catania Bene Comune il cui leader è Matteo Iannitti.

La Procura di Catania aveva formulato una prima richiesta di archiviazione che, però era stata respinta dal Giudice per le indagini preliminari che aveva disposto nuove indagini. A seguito della nuova richiesta di archiviazione formulata dal Pm il Giudice per le indagini preliminari aveva però ordinato al Pm di formulare l’imputazione coatta nei confronti di Benanti e Iannitti. Nell’udienza preliminare, Enzo Bianco si è costituito parte civile nei confronti dei due imputati per i quali è stato deciso il rinvio a giudizio.