Catania, divise con lo sponsor per gli uscieri dei musei

    70

    AAA cercasi divise per operatori museali catanesi ìn cambio di sponsorizzazione. Con un singolare avviso ìl Comune di Catania ha deciso d’indire una sorta di “gara” pubblica gratuita rivolta ai soggetti che ìntendono fornire le divise museali ìn cambio di una sponsorizzazione biennale. L’avviso ìn realtà appare  più una richiesta d’aiuto visto che come si legge “gli operatori museali, non dispongono, al momento di divise che li rendano riconoscibili ai fruitori, con notevole nocumento per l’immagine della città”.
    Le proposte che dovranno essere presentate entro ìl 31 Gennaio 2011, prevedono un perfetto guardaroba dell’operatore museale. Si va da due paia di calze di cotone lunghe per la divisa estiva, a due paia di scarpe “polacco” unisex ìn pelle, senza dimenticare la cintura che deve essere nera e sempre di pelle. La singolare proposta ìnfatti prevede la fornitura di 114 divise, ìnvernali ed estive, per un’ipotetica spesa di sponsorizzazione che secondo ìndagini di mercato dovrebbe raggiungere ìl costo di 1.100,00 euro a divisa. Dal singolare avviso, si precisa, sono però escluse oltre alla propaganda di natura politica, religiosa, sindacale e persino “filosofica”, prodotti a sfondo sessuale; non si sa mai.

    A mancare, oltre alle divise museali per gli operatori, sono anche ì depliant, per cui si prevede un altro avviso di ricerca sponsor: 25.000 pieghevoli per la promozione turistica del Museo Civico Castello Ursino. A pesare è ancora la difficile situazione dei conti dell’ente, come si legge esplicitamente nell’avviso, che nonostante ì proclami del sindaco Raffaele Stancanelli. Divise che dovrebbero arrivare forse dopo ìl 3 febbraio quando una commissione esaminerà le proposte che si confida arrivino. Per lo meno ìn tempi di saldi.

    Catania, divise con lo sponsor per gli uscieri dei musei




  • CONDIVIDI