Catanese rintracciato all’aeroporto: era ricercato

8
Catanese rintracciato all’aeroporto: era ricercato
Catanese rintracciato all’aeroporto: era ricercato

La Polizia di Stato ha tratto in arresto il pregiudicato catanese Pellegrino Antonio, 26enne residente a Nicolosi, destinatario di un’Ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, disposta lo scorso 8 Gennaio dal G.I.P. del Tribunale di Catania.

L’arresto di Pellegrino, ricercato quindi da alcuni giorni, è da ascrivere alla efficienza e meticolosità dei controlli svolti dal personale della Polizia di Stato dell’ Ufficio di Polizia di Frontiera Aerea dello scalo aeroportuale palermitano “Falcone Borsellino”.

Alle 21:00, circa, dello scorso 19 gennaio, in occasione dell’arrivo di un volo proveniente da Londra/Stansted, l’attenzione dei poliziotti impegnati nei servizi di potenziamento dei controlli di sicurezza sui voli in partenza e in arrivo allo scalo palermitano, è stata attirata dall’atteggiamento di un passeggero che con circospezione si era recato al varco adibito ai controlli passaporti. Durante l’attività di verifica documentale e contestuale interrogazione al sistema informatico, è emerso come il passeggero Pellegrino Antonio fosse tra i destinatari di un’Ordinanza di applicazione di misura cautelare, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Catania, in quanto ritenuto responsabile del reato di traffico di sostanze stupefacenti, nell’ambito di una recente operazione di polizia giudiziaria condotta nel capoluogo etneo, che portato all’arresto di 38 soggetti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui