Caso Mered, la Procura ricorre in appello. L’eritreo era stato assolto lo scorso luglio

La procura di Palermo ricorre in appello dopo la sentenza con cui la Corte d’assise, il 12 luglio scorso, ha assolto in primo grado l’eritreo incolpato di essere uno dei capi della maggiore organizzazione di trafficanti di migranti del Nordafrica. Lo ha presentato il pm che ha sostenuto l’accusa Gery Ferrara. Alla sbarra secondo la Procura c’era Mered Medhanie Yedego, mentre la difesa dell’imputato ha sostenuto che quello processato fosse Tesmafarian Berhe, un falegname estradato dal Sudan per un errore di persona. 

«La Corte di Assise ha ritenuto sussistenti tutti i fatti contestati  – contesta la Procura  – ma ha erroneamente ritenuto che il trafficante indicato come ‘Medhanie’
Leggi anche altri post su palermo o leggi originale
Caso Mered, la Procura ricorre in appello. L’eritreo era stato assolto lo scorso luglio


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer