Caso Maniaci, in aula un ex assessore di Borgetto. «Nessun rapporto ambiguo tra Comune e mafiosi»

«Se io avessi visto qualcosa di illegale lo avrei denunciato a prescindere». Lo dice con sicurezza Marco Briguglio, sentito oggi nell’ambito del processo a carico di Pino Maniaci, giornalista di Telejato incolpato di tentata estorsione e diffamazione. In passato assessore all’Ambiente del Comune di Borgetto, nel 2014 lascia bruscamente la politica, «non ero più compatibile, a livello di tempi e modalità, con quella giunta. C’era del dissenso politico», narra oggi in aula. «Alla fine ho deciso di farmi da parte perché non ero in grado di interagire con questa giunta, appunto, che spesso avevo criticato». Un’esperienza che dura circa sei mesi.

Leggi anche altri post su palermo o leggi originale
Caso Maniaci, in aula un ex assessore di Borgetto. «Nessun rapporto ambiguo tra Comune e mafiosi»


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer