Caso Annunziata, lo «scarso scrupolo» del presidente. Vacanze a carico del Porto e l’impiegato «factotum».

Ammontano a oltre 33mila euro le somme di cui, secondo la procura di Catania, si sarebbe appropriato Andrea Annunziata, il presidente dell’Autorità portuale della Sicilia orientale. L’inchiesta deflagrata qualche giorno fa ha portato alla sua sospensione dal servizio per nove mesi. Misura cautelare che il gip ha ritenuto necessaria considerato lo «scarso scrupolo» che avrebbe contraddistinto l’operato di Annunziata, dall’indomani del suo insediamento nell’ente che gestisce le attività dei porti di Catania e Augusta. Nel mirino degli inquirenti è finita una lunga sfilza di richieste di rimborso per spese che non avrebbero …
Leggi anche altri post su catania o leggi originale
Caso Annunziata, lo «scarso scrupolo» del presidente. Vacanze a carico del Porto e l’impiegato «factotum».


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer